La notte scorsa i parcheggi di via Don Minzoni, e qualche sera fa quelli delle vie Carducci e Verdi, sono stati presi d’assalto da una non meglio identificata (per ora) “banda degli specchietti” che ha prodotto atti di vandalismo gratuito sulle auto in sosta, quasi tutte di residenti, con danni economici molto forti per i cittadini coinvolti.

Dov’è la sicurezza tanto celebrata dall’Amministrazione uscente e che certamente sarà presa ad esempio dal candidato “reggente” Nucera? Dov’è la videosorveglianza? Perché non si interviene tempestivamente o con un’adeguata prevenzione?

Noi di “Insieme” proponiamo agli operesi una vera svolta in tema di sicurezza e di ordine pubblico rispetto ai tanti annunci e ai pochi risultati, come ben dimostrano gli ultimi fatti, di questi anni:

efficientamento, dopo una puntuale verifica dello stato e del funzionamento attuale, di tutti i sistemi di monitoraggio con telecamere;
un sistema di videosorveglianza che funzioni realmente e consenta di individuare con rapidità i responsabili di reati specialmente legati alla micro-criminalità (furti, borseggi, vandalismi ecc.), così come di reati ambientali (scarico rifiuti e/o merci, deiezioni canine ecc.);
– istituzione di un servizio di sorveglianza sul territorio, se necessario in affiancamento o a integrazione dell’attività di Polizia Locale, dotato di una centrale unica d’intervento: l’obiettivo è ottenere un pronto intervento in tempi più rapidi e con minori costi per le casse comunali.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.